Chi non ha mai acceso un computer?

Veronica Muntoni per Martina Saiu

 Da zero ai social media

Al liceo ero una fan dell’analogico.

In pratica lo sono ancora, adoro il mio giradischi e ho chiamato il mio secondo  Blog con il suo nome. Merito di mio padre e dei buoni dischi che mi ha fatto ascoltare da bambina.

Per farla breve, quando sono arrivata all’Università nel lontano 2001, non avevo mai avviato un computer. Fino a quel momento ho vissuto senza ma tra i laboratori obbligatori per le matricole c’era anche “Informatica I”.

Il primo giorno di lezione, la prof. ha esordito con questa domanda:

Chi non ha mai acceso un computer?

Tutti, dico tutti, tranne me e la mia amica Valeria, sono scoppiati a ridere ma noi, armate di coraggio, abbiamo sollevato timidamente le nostre manine. Sin dalla prima lezione, per qualche motivo, ho capito tutto con facilità, a metà semestre ero più abile e veloce di quelli che un computer lo usavano da sempre e nonostante la mia inesperienza alla fine sono stata una delle migliori studentesse del corso.

Perché ti ho raccontato questo aneddoto?

Semplice.

Nessuno nasce con le nozioni in testa e il computer, così come i social network, l’automobile o la chitarra è solo uno strumento. Ci vuole dedizione e tenacia per imparare a usarlo nel modo giusto. Ma nulla è impossibile.

Da zero ai social media

Ricordo che quando ho aperto il mio primo social, il Myspace, lo utilizzavo principalmente per conoscere nuova musica e per chattare con i miei amici di sempre. Poi è arrivato Facebook, utilissimo per stare in contatto con la mia amica Lisa che all’epoca viveva in Inghilterra. Si presentava come uno strumento più immediato rispetto al myspace e potevamo inviarci foto in due semplici click!

Era il 2008.

Dieci anni fa.

I social media sono da subito diventati uno strumento potentissimo capace di condizionare l’immagine delle persone e dei brand. Ci è voluto del tempo per imparare a usarlo e capire le sue reali potenzialità.

Scrivere un pensiero su facebook è come girare armati di megafono.

In un secondo, un semplice pensiero arriva sotto gli occhi dei tuoi contatti, di quelli dei tuoi amici e se condiviso può diventare virale in poche ore. Per questo è necessario che pesi bene le parole, i pensieri, per essere certo che il messaggio che stai lanciando sia chiaro e inequivocabile, in linea con la tua personalità o quella del tuo brand.

Se sei un’azienda, un professionista o ambisci a diventare un social influencer, non puoi aprire un account e lasciarlo lì, è fondamentale che sia aggiornato periodicamente, con dedizione e originalità, tenendo ben presente che ogni social network ha una sua peculiarità e necessita una diversa strategia di marketing.

Come, quando e perché fanno la differenza?

Assolutamente si.

Come gestire i social media?

Costruire la tua presenza sui social, significa dover impiegare tempo per studiare una strategia. Sappi che passerà molto tempo prima di capire come funziona la comunicazione sul social che stai usando, a un certo punto noterai quali sono i contenuti che hanno avuto maggior successo e pian piano affinerai la tua tecnica. Se vuoi raggiungere il tuo obiettivo sii costante e abbi pazienza.

Quando gestire i social media?

Anche a questa domanda potrai rispondere dopo un po’ di tempo, quando la tua pagina avrà un sufficiente numero di iscritti che ti permetteranno di capirlo. Il tuo pubblico si connette maggiormente la sera? Diffondi i tuoi post negli orari in cui sei sicuro di raggiungere più persone possibili.

Perché sono sui social media?

Sembra una domanda banale ma in fondo non lo è. Cosa ti ha spinto a voler aprire una pagina facebook o un account instagram? Perché stai leggendo questo articolo? La risposta è semplice, vuoi migliorare la tua immagine sul web. Magari puoi iniziare a pensare a un sito o a un blog aziendale se non lo possiedi già.

Ci hai mai pensato?

Non ci riesco!

Se proprio non hai tempo, passione e in fondo il tuo lavoro è un altro, puoi sempre affidarti a un social media manager che curerà il tuo orticello sul web con cura e dedizione dopo aver elaborato con te un piano strategico di crescita.

Un buon social media manager gestirà i tuoi profili social dopo aver definito un piano editoriale per ogni canale e dopo aver studiato il target ideale per raggiungere il TUO obiettivo.

 

Martina Saiu
Martina Saiu

Social media manager, consulente e formatrice

All Posts
Condividi questo post
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on whatsapp

Subscribe to our newsletter

Read the latest articles from our experts